Gialloverdi in piena crisi. Su Facebook Salvini conferma la sua linea: “Non mollo.”

31

Tra Conte che fa da mediatore e i due vicepremier ci sono idee contrastanti. L’accusa è quella della visibilità.

La scelta di Conte, sulla questione della Diciotti, di ascoltare il “comando” di Mattarella, ha fatto trapelare dei profondi disaccordi che intercorrono tra le parti del governo.

Se l’ordine dal Viminale era già stato dato, probabilmente Conte, avrebbe solo dovuto mantenere quella decisione fronteggiando ogni contrasto.

Leggiamo cosa invece scrive Il Giornale:

Nel frattempo Salvini è passato ad attaccare anche la procura di Trapani, esprimendo «rammarico» perché i magistrati non hanno subito arrestato i profughi sbarcati, come chiedeva il ministro dell’Interno. E questo fa saltare su come una molla l’implacabile Piercamillo Davigo, appena eletto al Csm e padre spirituale del giustizialismo grillino: «Salvini non fa il pm», bacchetta.

A quel punto si sveglia il Guardasigilli Alfonso Bonafede, che di Davigo è ammiratore e discepolo, e redarguisce immediatamente l’inquilino del Viminale. Reduce da un clamoroso scivolone sul Tribunale di Bari, da lui trasferito a suon di milioni di euro in un edificio di provenienza assai sospetta, Bonafede critica gli sconfinamenti del collega leghista: «I magistrati lavorano in piena indipendenza ed autonomia rispetto al potere politico.

Stanno facendo tutte le valutazioni e stanno contestando i reati che loro ritengono di contestare in base a quello che accertano. Lasciamoli lavorare e da parte mia c’è piena fiducia».

E poi ci sono Toninelli e Fico. Il primo che appoggia le scelte di Salvini e conduce la sua campagna contro il business dell’immigrazione. Il secondo, invece, più di facciata, che continua a ripetere che tutto va bene.

Ma la realtà è quella descritta di continuo o c’è qualcosa sotto?

Fonte: ilgiornale

Foto: larepubblica

Source : https://adessobasta.org/2018/07/14/gialloverdi-in-piena-crisi-su-facebook-salvini-conferma-la-sua-linea-non-mollo/