Cosa ti ha morso? Come riconoscere 7 diversi tipi di morsi di insetto

278

Ogni estate ci troviamo di fronte a una crescente e interminabile minaccia di morsi da parte di zecche, zanzare e altri insetti. E anche il rischio di contrarre malattie diffuse attraverso questi vettori è in continuo aumento. Ecco perché è sempre importante sapere chi vi ha morsi!

Provare prurito o dolore pulsante sulla pelle è sempre spaventoso, soprattutto se non si sa quale piccola creatura lo abbia provocato. Fortunatamente, la maggior parte delle punture di insetto non sono affatto pericolose per la salute umana. Sono innocue e guariscono rapidamente.

Tuttavia, i morsi di alcuni artropodi invertebrati (come formiche di fuoco, vespe, calabroni e api) possono causare forti dolori o anche gravi reazioni allergiche. Inoltre, il veleno di alcuni ragni richiede addirittura cure mediche urgenti!

Se imparate a riconoscere come appare il morso di un determinato insetto, potrete valutare da soli la gravità della situazione.

Ecco come appaiono sette dei morsi dannosi più comuni:

1. Cimici

Questi insetti lasciano piccole ferite sulla pelle. Di solito, sono solo rosse e pruriginose, ma possono comunque causare una grave reazione allergica, gonfiore e persino vesciche.

 

Primo soccorso: prima di tutto, lavare a fondo il luogo del morso con del sapone. Sarebbe anche meglio assumere un farmaco antinfiammatorio o antistaminico.

2. Api e vespe

I morsi di questi insetti causano arrossamento e gonfiore sulla pelle con una macchia bianca nel mezzo. Il veleno delle api non è pericoloso, sebbene sia estremamente doloroso. Tuttavia, se si è allergici ad esso, si dovrebbe consultare immediatamente un medico.

Il veleno della vespa invece è molto più tossico. L’angioedema (gonfiore della pelle e delle mucose) si verifica 2-3 volte più frequentemente rispetto a quanto accade con l’attacco di un’ape.

Primo soccorso: si può rimuovere il gonfiore e il dolore lavando il morso con aceto o succo di limone (l’acido neutralizza il veleno degli insetti) e applicando del ghiaccio. Se il pungiglione rimane sotto la pelle, va rimosso con una pinzetta.

3. Pulci

mikelowerystudio / Instagram

I morsi delle pulci provocano forti pruriti. Molto spesso si verificano su caviglie e gambe. Di solito, questi morsi appaiono in gruppo e assomigliano a dei piccoli brufoli rossi.

Primo soccorso: evitare di grattare la pelle, poiché potrebbe portare l’infezione all’interno del corpo! I morsi devono essere lavati con acqua e sapone e poi spalmati con crema di zinco (o con qualsiasi altra cosa possa rimuovere il prurito).

4. Zanzare

Questi insetti lasciano un piccolo e pruriginoso cono rosa sulla pelle dopo aver morso. Gravi reazioni allergiche si verificano solo raramente.

Primo soccorso: di solito non sono necessarie misure speciali. Si può semplicemente spalmare il morso con un unguento che calmi il prurito.

5. Ragni

A seconda della specie, il morso di questi insetti causa sintomi minori (come arrossamento della pelle, gonfiore e dolore localizzato) o problemi molto gravi che richiedono cure urgenti.

Anche se la maggior parte delle specie di ragni sono innocue (tranne la vedova nera e la malmignatta), non sarebbe sbagliato stare attenti per ogni evenienza.

Primo soccorso: sciacquare la zona del morso con acqua e sapone, applicare del ghiaccio e prendere un medicinale anestetico o antistaminico. Se c’è motivo di sospettare che il ragno sia velenoso, sarebbe meglio consultare un medico il prima possibile!

6. Zecche

Questi insetti possono essere molto pericolosi per l’uomo, poiché sono spesso portatori della febbre emorragica e della malattia di Lyme. I loro morsi causano un’eruzione sulla pelle fatta ad imbuto, molto simile a un occhio.

Di solito, la zecca ci mette fino a 48 ore per infettare una persona con un virus, quindi sarebbe meglio controllare accuratamente la loro presenza sul corpo dopo essere tornati da zone forestali.

Primo soccorso: dopo aver scoperto la presenza del parassita sul corpo, bisogna rimuoverlo il più presto possibile con una pinzetta. Per farlo, occorre prendere l’insetto il più vicino possibile alla pelle e tirare delicatamente verso l’alto. Quindi sciacquare bene il morso con acqua e sapone.

7. Formiche

I morsi delle formiche di fuoco contengono un veleno che provoca un forte prurito nelle persone, così come infiammazione e irritazione della pelle.

Primo soccorso: se i sintomi non svaniscono in un paio d’ore, applicare un unguento al cortisone sulla ferita.

Quando chiamare un dottore?

In molte persone, l’intolleranza alle tossine appare solo dopo un po’. Pertanto, è necessario monitorare le condizioni della zona morsa nei giorni appena successivi.

Si dovrebbe prestare particolare attenzione in presenza dei seguenti sintomi:

numerosi morsi con una grave reazione locale;
gonfiore rapido delle mucose, della pelle e del tessuto sottocutaneo;
compromissione generale della salute (sonnolenza, vertigini, debolezza, perdita di appetito);
aumento della temperatura corporea;
respirazione alterata (mancanza di respiro, intermittenza, ecc.);
difficoltà a deglutire o a pronunciare alcune parole;
formazione di pus sulla ferita.

Come prevenire le punture di insetto?

Per ridurre il rischio di reazioni allergiche o infezioni, ecco le inestimabili raccomandazioni di alcuni specialisti:

evitare luoghi pieni di insetti;
evitare di mangiare cibi e usare profumi che possano attrarre gli insetti;
essere al corrente della propria probabilità di una reazione allergica ai morsi di diversi tipi di insetto;
usare repellenti;
evitare zone boschive e paludose con erba alta;
indossare indumenti chiusi all’interno dei boschi;
ispezionare attentamente il corpo dopo il ritorno a casa (in particolare testa e ascelle, oltre ai punti dietro le orecchie, all’interno dell’ombelico, tra le gambe e sotto le ginocchia).

La capacità di distinguere i morsi degli insetti vi aiuterà a capire se è sufficiente usare rimedi casalinghi o rivolgersi all’assistenza di un medico. Condividete queste informazioni di allerta con i vostri amici per aiutarli a evitare situazioni spiacevoli con gli insetti!

via Fabiosa

Questo articolo ha scopi puramente informativi. Non utilizzare automedicazioni e, in ogni caso, consultare sempre un professionista sanitario qualificato prima di utilizzare qualsiasi informazione presentata nell’articolo. Il comitato editoriale non garantisce alcun risultato e non si assume alcuna responsabilità per eventuali danni che possano risultare dall’utilizzo delle informazioni fornite in questo articolo.

 

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo anche tu sui social e iscriviti alla nostra pagina Facebook “Pianetablunews”

Pianetablunews

L’articolo Cosa ti ha morso? Come riconoscere 7 diversi tipi di morsi di insetto proviene da .

Source : http://feedproxy.google.com/~r/Pianetablunews/~3/ZABD0bH7-9g/