Salvini straccia la lettera dell’Ue: “mandateci anche le truppe se volete, tanto noi…” è guerra aperta.

78

La manovra di bilancio italiana è stata ufficialmente demolita da Moscovici e Dombrovskis. Per questi ultimi, però, non ci saranno le solite parole di comprensione e dialogo di Giovanni Tria.

Il vicepremier Matteo Salvini, infatti, ha imbracciato il fucile e si è preparato per uno scontro micidiale con Bruxelles.

“Ve lo dico, questo governo va avanti per 5 anni e non ci mandano a casa anche se mandano le truppe di occupazione da Bruxelles”.

Da Bolzano ha tuonato così il leader del Carroccio:

“Io resisto e vado avanti più convinto di prima”.

Parole chiare contro l’Europa, che parla di una “deviazione senza precedenti” contenuta nel testo licenziato dal Consiglio dei ministri.

Subito dopo è arrivata la replica moderata dell’altro vicepremier Di Maio:

“A Junker e Moscovici dico: Venite qui tra la gente, non pontificate da Bruxelles con le lettere, venite qui e abbiate il coraggio di dire agli italiani che non hanno i diritti di tutti gli altri popoli europei”.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero

Source : https://adessobasta.org/2018/10/18/salvini-straccia-la-lettera-dellue-mandateci-anche-le-truppe-se-volete-tanto-noi-e-guerra-aperta/