Savona avverte. Out-out all’Europa: “se si mette di traverso al Def, allora l’Italia …” arriva la bomba.

71

Il Ministro Savona dichira: «Il programma di Governo è moderato, con tutte le cautele necessarie». Poi, nel corso di un incontro con la stampa estera, critica gli «uomini di Bruxelles che senza leggere la manovra e il programma hanno letto solo il 2,4%».

Un livello di deficit che, spiega Savona, è «il minimo necessario per muoversi nella nostra direzione di cautela».

Ed avverte: “Se gli stessi uomini di Bruxelles si metteranno in conflitto con l’Italia non so cosa succederà. Deciderà il popolo. A quel punto mi metterò da parte, perché allora avrò le mie responsabilità. Cercherò di fare il possibile perché ciò non accada, io mi batterò e ci proverò”.

Poi la stoccata su Draghi: “Credo che nessuno abbia interesse a che l’Italia entri in una grave crisi e Draghi ci sarà fino al 2019”. E ancora, secondo Savona l’Europa sul livello di deficit “tiene il pilota automatico: ma se rischia di andare contro un iceberg, tiene il pilota automatico lo stesso?”.

Per il ministro il problema non sono le scelte del governo italiano, ma l’Unione europea che in una situazione di crisi generalizzata e con una politica monetaria che diventa meno espansiva, «mette il pilota automatico» sulle regole applicate alla finanza pubblica degli stati membri.

Oggi iniziano gli esami per il Def. Sono in programma le prime audizioni sulla Nota di Aggiornamento. Inizierà il ministro dell’Economia Giovanni Tria alle commissioni bilancio di Camera e Senato, e a seguire Banca d’Italia, Istat e Corte dei conti.

In serata toccherà al presidente dell’Ufficio parlamentare di Bilancio, Giuseppe Pisauro, che dovrà rendere noto l’esito della validazione del nuovo quadro programmatico dei conti.

Seguiremo gli sviluppi.

Fonte: Il Giornale

Foto credit: maurizioblondet

Source : https://adessobasta.org/2018/10/09/savona-avverte-out-out-alleuropa-se-si-mette-di-traverso-al-def-allora-litalia-arriva-la-bomba1/