Vittorio Feltri frase vergognosa su Di Maio: “Verremo in massa al tuo funerale”

51

Vittorio Feltri si scaglia nuovamente contro Luigi Di Maio, questa volta la frase è veramente vergognosa
Il grillino Luigi Di Maio, non certo per la prima volta, ha auspicato la morte dei giornali. Una frase a cui Vittorio Feltri ha scelto di replicare su Twitter. “Di Maio auspica la morte dei giornali. Normale. Un ministro del lavoro che non ha mai lavorato non può che odiare ogni mestiere – sottolinea il direttore -. Tranquillo Gigino, tu durerai meno di noi verremo in massa al tuo funerale“, conclude un Feltri durissimo.

Di Maio auspica la morte dei giornali. Normale. Un ministro del lavoro che non ha mai lavorato non può che odiare ogni mestiere. Tranquillo Gigino ,tu durerai meno di noi e verremo in massa al tuo funerale.@

— Vittorio Feltri (@vfeltri) October 7, 2018

Vittorio Feltri: “Luigi Di Maio mollato persino da Travaglio
Il direttore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, ieri ha dedicato il fondo alle bischerate di Giggino Di Maio e non solo di questi.

I programmi del Movimento 5 stelle infatti sono pregni di ingenuità tali da indurre al riso chiunque li legga. Il punto più assurdo – è noto – riguarda il cosiddetto reddito di cittadinanza, approvando il quale lo scugnizzo napoletano è convinto di poter abolire la povertà. Illusione. Con un simile provvedimento al massimo egli riuscirà a estendere ulteriormente la miseria nel Paese per ovvie ragioni. Pagare chi non lavora serve solo a indurlo a non sgobbare, contrariamente a quanto si è sempre fatto allo scopo di mettere insieme il pranzo con la cena.

Che Di Maio non sia un pozzo di scienza è di pubblico dominio, proprio per questo segnaliamo al ragazzo un passo non trascurabile del Vangelo in cui si narra delle attenzioni riservate da Maria, sorella di Lazzaro, a Gesù, tra cui massaggi svolti con l’ utilizzo di balsami e profumi costosi. Giuda commentò: perché dissipare prodotti tanto preziosi quando sarebbe più utile aiutare gli indigenti? Cristo rispose lapidario: i poveri ci saranno sempre.

Ora, se anche il presunto figlio di Dio era persuaso che la povertà fosse invincibile, come può pensare don Giggino che essa sia eliminabile per decreto?

Mi sembra, il suo, un progetto troppo ambizioso per essere realizzato da un giovanotto come lui senza arte né parte. Siamo di fronte a un caso grave: delirio di onnipotenza destinato soltanto ad alimentare speranze campate in aria.

Travaglio ne ha cantate parecchie al signorino vicepremier, ma si è dimenticato una osservazione calzante: Di Maio è in grado di compiere un gesto decisivo ai fini di risollevare le sorti italiane. Si dimetta, torni a Pomigliano d’ Arco. Con questa mossa non debellerà la povertà, però darà un colpo mortale alla stupidità che incombe sulla nostra patria. Coraggio amico, togliti dai piedi. Torna al San Paolo a vendere bibite.

[ Fonte: blogitalia.news ]

Source : http://www.daily-best.com/vittorio-feltri-frase-vergognosa-su-di-maio-verremo-in-massa-al-tuo-funerale/